Giardini. Ricarica elettrica urbana, protocollo d’intesa per un’altra rete

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

La prima è stata già installata nel rione turistico di Recanati. Il sindaco Lo Turco: "L'uso di veicoli elettrici è l'obiettivo futuro delle moderne società ma per fare questo occorre che le nostre città siano attrezzate"

GIARDINI NAXOS – La Giunta ha approvato il protocollo d'intesa tra il Comune di Giardini Naxos e la Società Enel  X Mobility Srl per la realizzazione di un’ altra rete di ricarica elettrica in ambito urbano. Si tratta di una nuova concessione per installare altri punti di ricarica Enel dopo quella già installata qualche mese fa nel rione turistico di Recanati.

"Abbiamo aderito a questa iniziativa – spiega il sindaco  Nello Lo Turco – perché l'energia rinnovabile è il futuro specialmente quella riguardante i consumi dei veicoli. Occorre considerare che  la mobilità urbana rappresenta, per la nostra società e nel nostro caso per l’Unione europea, un fattore di crescita e occupazione, oltre che un presupposto indispensabile per una politica di sviluppo sostenibile, tanto che la Commissione europea ha adottato nel 2011 il ‘Libro Bianco (tabella di marcia verso uno spazio unico europeo dei trasporti) per una politica dei trasporti competitiva e sostenibile’ allo scopo di promuovere il dibattito sui grandi temi e criticità della mobilità e ricercare, in collaborazione con tutte le parti interessate, soluzioni efficaci e percorribili per lo sviluppo di sistemi di mobilità sostenibile. Tuttavia dobbiamo prendere atto che in tutta Europa come nel resto del Mondo – aggiunge il sindaco – il trasporto continua a contribuire all’inquinamento atmosferico, all’aumento delle emissioni di gas serra e a numerosi impatti ambientali. Per tali motivi incoraggiare e sostenere l'uso di veicoli elettrici è l'obiettivo futuro delle moderne società ma per fare questo occorre che le nostre città siano attrezzate per fornire energia elettrica ai veicoli di prossima generazione che già si stanno diffondendo".

In pratica si sta già predisponendo una rete nazionale per creare dei punti di erogazione di energia elettrica per chi è già in possesso di veicoli elettrici e per invogliarne l'acquisto. Tutto ciò parte da lontano infatti  nel 2010  la Commissione europea ha inviato una comunicazione agli Stati membri, sollecitando interventi di riduzione delle emissioni nocive nell’atmosfera e di ammodernamento dei sistemi stradali urbani ed extra-urbani ed indicando la realizzazione di reti infrastrutturali per la ricarica di veicoli elettrici sui territori nazionali come obiettivo prioritario e urgente nell’ottica di tutelare la salute e l’ambiente. A partire da quella data sono stati fatti altri passi importanti, ad esempio in Italia nel 2012 è stata approvata la legge  che ha introdotto disposizioni finalizzate allo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso l'adozione di misure volte a favorire la realizzazione di reti infrastrutturali per la ricarica di veicoli alimentati  ad energia elettrica.

Nel 2013 è stato approvato il Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica mentre nello stesso anno la Commissione europea ha emanato una proposta di "Direttiva sulla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi. E si sta andando avanti in tale direzione.

 "Abbiamo aderito già da oltre un anno a questo progetto – spiega il presidente del Consiglio comunale, Danilo Bevacqua – perché la mobilità elettrica presenta grandi potenzialità in termini di riduzione dell’inquinamento sia atmosferico che acustico e offre la possibilità di numerose applicazioni a livello cittadino, tra le quali la mobilità privata su due e quattro ruote, il trasporto pubblico, la logistica, la gestione delle flotte. Grazie al progetto varato dall'Enel  é prevista la creazione di infrastrutture intelligenti per la ricarica dei veicoli elettrici (IdR) composte da diversi modelli "EV Charging Stations", "Pole Station", "Box Station", "Fast Recharge", "Fast Recharge Plus", "V2G Station".

Tutti i modelli di veicoli elettrici sono in grado di rispondere alle attuali e future esigenze di una mobilità urbana evoluta e sostenibile. Per tali motivi – prosegue Bevacqua – abbiamo deciso che per veicoli elettrici con tecnologia Enel  Giardini Naxos deve parte di questo circuito. Un anno fa nell'area turistica di Recanati è stata installata la prima colonnina per la ricarica di veicoli elettrici adesso ne saranno installate altre. Non ci sono costi per il Comune e per i contribuenti perché l'installazione del punto ricarica è a costo zero. I costi di installazione e realizzazione del punto di erogazione elettrica sono a carico dell'Enel. L’unico onere a carico del  Comune di Giardini- Naxos  è quello di mettere a disposizione dell'Enel  un’area di  parcheggio situata  a meno di 5 km dall’uscita del casello autostradale di Giardini Naxos  in una posizione strategica che costituisce un punto di sosta ideale dove  poter ricaricare il veicolo elettrico in circa 20 minuti  durante un viaggio a lunga percorrenza. Vorrei ricordare che Enel spa è coordinatore del progetto EVA+ – spiega ancora il presidente del Consiglio –  un’iniziativa promossa e supportata dal Ministero delle  Infrastrutture e dei Trasporti e finanziata dall’Ue nell’ambito del bando Cef “Connecting europe facilities” e da alcune principali case automobilistiche europee (Renault, Nissan, BMW e Volkswagen) a cui collabora anche Ed”.

Tali infrastrutture abiliteranno la ricarica di tutti gli autoveicoli attualmente in commercio e saranno  gestite con le più avanzate tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota (“Electric Mobility Management”).

L’adesione a questa rete delle infrastrutture su strade ad alto scorrimento rappresenterà lo scenario ideale per  procedere all’avvio di diversi programmi legati alla sperimentazione nel campo della mobilità elettrica e  delle relative reti di ricarica nelle lunghe percorrenze. Con questo nuovo protocollo approvato, si intende di avviare un tavolo  di lavoro  congiunto sul tema della mobilità  elettrica dal punto di vista strategico, tecnologico e logistico, in particolare volto a studiare  e facilitare  la  possibilità di ampliare il raggio di percorrenza dei veicoli elettrici grazie alla installazione di infrastrutture di ricarica “Fast Recharge Plus” di ED nel territorio del Comune di Giardini Naxos.

Categorie: 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine