Milan, clamoroso: diatriba tra Gazidis e Leonardo a causa del mercato

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Aria tesa in Via Turati: il mercato rossonero stenta a decollare e l’affaire Higuain sta creando non poche beghe alla dirigenza milanista, preoccupata per una sua precoce partenza. La vittoria in Coppa Italia contro la Sampdoria non sembra aver attenuato il clima pesante che si respira a Casa Milan, dai quali corridoi si accavallano voci che dipingono una situazione tutto fuorché idilliaca fra il direttore dell’area tecnico-sportiva Leonardo e l’amministratore delegato Ivan Gazidis.

I motivi di questa tensione sono facilmente intuibili: il Milan deve a tutti i costi raggiungere l’obiettivo Champions per evitare di incorrere in nuove beghe con l’UEFA ed il suo rognoso Financial Fair Play. I diavoli rossoneri stentano però a trovare costanza, alternando ottime prestazioni a partite opache e risultati deludenti. Se il campionato dovesse finire oggi il Milan sarebbe fuori dalla Champions, beffato dalla Lazio di un solo punto e dagli acerrimi nemici dell’Inter di ben otto lunghezze. L’obiettivo stagionale è ancora ampiamente raggiungibile, ma serve sicuramente molta cautela.

Per questo motivo il primo imputato ad essere messo sul banco di accusa è proprio Mister Rino Gattuso, sulla cui figura Gazidis e Leonardo hanno due opinioni contrapposte. Leonardo – è risaputo – non nutre particolare simpatia nei confronti del suo allenatore. Fra i due non corre buon sangue, tant’è che il dirigente brasiliano sarebbe intenzionato ad esonerare Ringhio già da ora, preoccupato dalla prospettiva di una mancata qualificazione alla massima competizione europea. Gazidis vorrebbe invece dare continuità al progetto tecnico e pertanto tenere Gattuso in panchina almeno fino al termine della stagione, per poi decidere se confermare o meno il calabrese alla guida del Milan (ovviamente sarà decisivo il raggiungimento dell’obiettivo Champions).

gazidis

La posizione di Gazidis è chiara: Gattuso ha ancora ben salde le redini della squadra, che non gli ha voltato le spalle (come spesso invece accade) ed anzi sta dimostrando di rispettare il proprio allenatore e di tenere al suo futuro sulla panchina rossonera. L’idea è quella di non pressare ulteriormente il Mister e di avviare piuttosto un progetto di ampio respiro gravitante attorno alla sua figura, rendendolo a tutti gli effetti un manager all’inglese dotato di poteri decisionali più estesi.

C’è inoltre un ulteriore nodo da risolvere, ovvero quello inerente il mercato di questa sessione invernale. Leonardo aveva di fatto raggiunto un accordo di massima con due profili di esperienza internazionale come Zlatan Ibrahimovic Cesc Fabregas. Trasferimenti, questi, bloccati da Gazidis stesso, che vorrebbe inserire in rosa giocatori più giovani e, dunque, più capaci di generare profitti tramite una futura cessione. Nel mirino dell’amministratore delegato si trova infatti Krzysztof Piątek, un profilo che risponde sicuramente di più alle sue esigenze, ma che allo stesso tempo comporta trattative più delicate, essendo il polacco conteso da numerosi club italiani ed europei.

Last but not least, Gazidis pare essere particolarmente contrariato dal modus operandi attuato da Leonardo nell’amministrazione del caso Higuain. Il brasiliano sarebbe infatti colpevole di una pessima gestione sia sotto il punto di vista comunicativo che prettamente economico: una precoce cessione del Pipita comporterebbe infatti un esborso di ben 9 milioni di euro per il suo prestito oneroso di 6 mesi, generando una spesa inutile ed improfittevole. Per tale motivo sembra che Gazidis stia addirittura pressando le alte sfere del Milan per mettere in discussione la figura di Leonardo stesso, il cui futuro risulta attualmente più incerto di quello di Gattuso.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine