Bologna-Juventus 0-2, Kean e Bernardeschi giovani alla ribalta nel team bianconero

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

L’ottavo di finale della Coppa Italia 2018-19 ha visto la Juventus superare il turno e raggiungere i quarti di finale.
I giocatori festeggiano la seconda rete siglata da Kean.
Fonte: Twitter Juventus

Di fronte ha avuto un Bologna, guidato da Filippo Inzaghi, che cercava il riscatto da una situazione desolante nel proprio campionato. A serio rischio di retrocessione, con diversi punti dietro le aspettative, questa squadra sta deludendo parecchio i propri tifosi.

Questa sera non è riuscita a far intravedere una minima reazione, una volontà d’orgoglio e di riscatto. Un solo tiro in porta nel primo tempo, dopo che il pasticcio Da Costa-Calabresi li ha messi sotto di una rete. 

La Juventus è stata in controllo sin dall’inizio, con nessuna difficoltà e la possibilità di far male a più riprese. Sulle fasce la coppia Douglas Costa-De Sciglio ha creato notevoli grattacapi alla difesa felsinea. Sono proprio dai loro piedi che sono partite le più grandi occasioni, si sono creati i buchi cardine della sfida. 

Poi ci sono stati anche degli errori della difesa bolognese, soprattutto in merito alla prima marcatura di Bernardeschi. Un errore che non ci si aspetterebbe da appartenenti ad un club di massima serie. Inzaghi ha sicuramente mal digerito l’errore, considerando che è venuto in una prima fase della partita, in cui i giocatori sono ancora “freddi” e non pienamente e mentalmente entrati nell’incontro.

Ma, al di là di questo errore, la formazione bianconera ha dimostrato di saper gestire la partita, anche nei momenti in cui sarebbe potuta andare dalla parte felsinea. Verso la fine del primo tempo, c’è stata un occasione con il giovane Dijks, olandese di scuola Ajax, è stato tra i più propositivi e incisivi sulla zona di sinistra dell’attacco emiliano.

Ma la squadra ha saputo soffrire e colpire nel momento giusto. All’inizio della ripresa, il giovane Kean ha dimostrato come certe luoghi ti rimangono nel cuore. Qui a Bologna, nel maggio 2017, segnò la sua prima rete nella Serie A, ora si è ripetuto in Coppa Italia. Non solo la rete, ma la sua prestazione fatta di grande apporto ai compagni, ricerca degli scambi, collaborazione, è piaciuta molto. 

La sua marcatura è il segno di come la formazione torinese stia andando dritta verso il futuro, nella costruzione di un nuovo gruppo di giovani con la stessa mentalità vincente di chi li ha preceduti.

Ora testa alla Supercoppa, contro un avversario di alto livello come il Milan, di cui bisogna osservare i punti deboli e cercare di sfruttarli.

 

 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine